Verifica Pali Funzionali

Verifica Pali Funzionali

Verifica sui sostegni metallici

Il controllo dello stato di salute dei pali dell’illuminazione pubblica, di notevole importanza per la sicurezza delle persone e per l’efficienza degli impianti, risulta più che mai attuale data la vetustà degli impianti installati oggi in Italia.

La complessità di tale controllo è dovuta alla casualità ed imprevedibilità con cui si presenta il fenomeno corrosivo, all’interferenza di agenti esterni che ne possono modificare la sua velocità e alla corretta valutazione del suo reale livello per poter decidere la sostituzione del palo o la sua revisione nel tempo.

Se pertanto non si monitora costantemente l’intera popolazione di pali presente sul territorio è possibile che una piccolissima percentuale di essi possa essere interessata da fenomeni corrosivi che una volta innescati procedono così rapidamente da non permettere alcun intervento di salvaguardia.

I vantaggi che queste verifiche comportano sono sia in termici economici in quanto è possibile pianificare e coordinare gli interventi di manutenzione e sostituzione dei pali anche a distanza di anni, sia per la sicurezza in quanto di salvaguardia per l’incolumità pubblica dall’eventuale caduta di sostegni.

Nella realtà si possono presentare le seguenti situazioni:

  • lo stato della superficie esterna fuori terra dei pali risulta apparentemente buono ma da un’analisi più attenta potrebbero emergere numerosi attacchi corrosivi interni che possono produrre la foratura del palo.
  • nella parte interrata dei pali il metallo a contatto con il terreno risulta notevolmente corroso sull’intera circonferenza causando la riduzione dello spessore nonché la perdita delle caratteristiche meccaniche tali da garantire una ulteriore vita in servizio.
  • le atmosfere di esposizione urbane e/o marine, come nel caso del Comune di Terni, in presenza di agenti aggressivi (solfati, cloruri) risultano potenzialmente più pericolose.

Nella maggior parte dei casi si ha la necessità di effettuare le seguenti indagini:

  • Esame visivo
  • Misura della velocità di corrosione e del potenziale
  • Analisi spessimetrica
  • Applicazione di una procedura di taratura
  • Realizzazione di documentazione fotografica
  • Stesura della Relazione tecnica 

Print   Email